SALONE DEL LIBRO DI TORINO Intervista con il Prof. Ioan Aurel Pop

prof. Ioan Aurel Pop, Presidente dell’Accademia Romena e Rettore dell’Università Babes-Bolyai di Cluj-Napoca

Una presenza del tutto particolare quella della Romania all’edizione 2018 del Salone Internazionale del Libro di Torino, che ha appena chiuso i battenti. Lo ha detto a Radio Romania Internazionale il prof. Bruno Mazzoni, noto romenista e traduttore.

Storia della Transilvania di Ioan Aurel Pop e Ioan Bolovan, al Salone Internazionale del Libro di Torino (foto: Istituto Culturale Romeno/ Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica Venezia icr.ro/)
Una presenza del tutto particolare quella della Romania all’edizione 2018 del Salone Internazionale del Libro di Torino, che ha appena chiuso i battenti. Lo ha detto a Radio Romania Internazionale il prof. Bruno Mazzoni, noto romenista e traduttore, già Preside della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università di Pisa.

Per tutta la durata del prestigioso evento, lo stand del nostro Paese ha invitato il pubblico a incontrare scrittori, traduttori di letteratura romena in lingua italiana, storici, giornalisti, critici letterari. Una partecipazione organizzata, per il decimo anno di seguito, dall’Istituto Culturale Romeno di Bucarest, tramite il Centro Nazionale del Libro e l’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia, che in questo 2018 ha evocato il Centenario della Grande Guerra e della Grande Unità.

Il più importante evento ospitato dallo stand della Romania è stato sicuramente la presentazione della “Storia della Transilvania”, firmata dal Rettore dell’Università Babes Bolyai di Cluj-Napoca e Presidente dell’Accademia Romena, prof. Ioan Aurel Pop, insieme al prof. Ioan Bolovan dello stesso Ateneo.

L’Istituto Culturale Romena ricorda in un comunicato che al dibattito sono intervenuti il direttore dell’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia, Cristian Luca, la responsabile del Centro Culturale Italo-Romeno di Milano, Violeta Popescu, rappresentante dell’Editrice Rediviva che ha pubblicato la “Storia della Transilvania”, e la traduttrice Floarea Maria Pop.

Il valore storico e documentario del volume è del tutto particolare, in quanto è il primo libro tradotto in italiano dedicato esclusivamente alla storia della Transilvania dai tempi più antichi fino alla Grande Unità del 1918, ricorda ancora l’ICR. E’ stato anche il libro meglio venduto allo stand della Romania al Salone di Torino.

Infatti, si tratta di una pubblicazione proficua sia per gli storici che per gli studenti di lingua, cultura e civiltà romena in Italia, ha spiegato a Radio Romania Internazionale il prof. Bruno Mazzoni. D’altronde, la “Storia della Transilvania” è stata presentata a Radio Romania Internazionale dal Presidente dell’Accademia Romena stesso, in un’intervistarilasciata pochi giorni prima di essere lanciata a Torino.
http://culturaromena.it/il-volume-storia-della-transilvania-grande-successo-al-salone-del-libro-di-torino-2018/

Annunci

I «Pensieri proibiti» di Nemes Ciornei poetessa che racconta le donne

Lotte e passioni di una donna nata in Romania e dal ‘91 residente in Italia. Ottimismo e insicurezza: nel nuovo lavoro la forza di chi vuole parlare agli altri senza freni 

Le lotte e le passioni di una donna dentro il dramma/speranza di una storia di immigrazione. E’ il nuovo libro di poesie «Pensieri proibiti» di Elena Nemes Ciornei che sarà presentato a Milano il 23 ottobre (ore 18,30, Libreria Popolare, via Tadino 18). Edito da Edizioni 2000diciasette, il libro in italiano e romeno affronta temi come l’integrazione culturale e le pari opportunità ma anche l’amore, la diaspora e la quotidianità.

wp-image-1701137806
Stefano Righi – Corriere della Serra con Elena Nemes Ciornei e il figlio Florian Ciornei

Vietato nascondersi
Nemes Ciornei, nata nel 1953 a Ploiesti in Romania, dal ‘91 risiede in Italia con la famiglia. L’esordio letterario avviene nel 2012 e un anno dopo pubblica la prima raccolta di poesie «Pensieri sparsi» (Brignoli edizioni) conquistando i favori del pubblico. Nel nuovo libro Nemes Ciornei vuol creare «un dialogo aperto per condividere la mia interiorità, le mie passioni e le lotte comuni a tante donne in Italia. Vorrei riuscire a mettere in luce quegli aspetti più reconditi, nascosti, quelli che noi stessi ci sforziamo di tacitare per non farli arrivare in superficie a turbare, a turbarci». Sullo sfondo dei versi emerge anche la tenacia di una donna fortificata dall’intensa storia familiare. Una donna e madre che vuole «parlare agli altri senza freni», mostrare la sua «deliziosa ossessione», il suo ottimismo, ma anche i timori e le insicurezze: «La mia anima alberga pensieri proibiti. / E’ proibito piangere appena svegliati / e non sorridere alla vita. / E’ proibito arrendersi / e non lottare per quello in cui credi. / E’ proibito non fare qualcosa per te stessa, / pensare ai baci proibiti che bruciano / più del fuoco…».

wp-image-1656177006
Integrazione
Alla presentazione del libro anche un dibattito sull’integrazione culturale con Angelica Vasile, presidente della Commissione Politiche Sociali del Comune di Milano, il console generale della Romania e Violeta Popescu del Centro Culturale Italo-Romeno. Letture interpretate da Rosamaria Castiglione Angelucci, attrice e critica teatrale, insieme a Federica Freschi e Agostino La Penna.

wp-image-983540089

wp-image-496568766

wp-image-993527477

wp-image-671940157

20 ottobre 2017 | 18:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA

FONTE CORRIERE DELLA SERRA

 

Verona: 4° Edizione Festival della camicia folkloristica romena (ia)

Dopo 3 anni di successo, torna l’evento più amato dalla comunità romena di Verona, “Il Festival dell’ IA, la camicia storica tradizionale del popolo romeno che viene ormai riconosciuta e celebrata al livello universale il 24 giugno.

PicsArt_06-03-03.37.40

Nel 2013 è stato scelto il 24 giungo – ”Sânzienele” (La Notte delle Fate) – per segnare la prima celebrazione dell’IA romena, con il nome “Giornata Universale dell’Ia”

FOTO EDIZIONE 2016

Questa presentazione richiede JavaScript.

L’ia, una camicetta romena per le donne, dai tagli diversi, decorata con delle cuciture, dei ricami, particolare per la varietà dei motivi ornamenti prevalentemente geometrici e qualche volta anche floreali, differente per le tecniche di esecuzione al torace, alle maniche e spesso al collo, secondo le regioni. I colori presenti nella decorazione della ia sono colori che hanno un forte carico simbolistico. Colori come il rosso, il nero e il verde sono utilizzati per evidenziare l’evento, lo scopo per cui è stata creata la ia ma anche per evidenziarle lo status sociale annobilendola a volte aggiungendo il ricamo di filo d’oro.  Nota al livello internazionale tra gli amanti del bello come la “roumanian blouse” o “la blouse roumaine”, la troviamo in tutte le regioni della Romania sotto diverse forme che denotano l’appartenenza alla tradizione e allo spazio di provenienza, raccontandoci le credenze ed i valori dei nostri posti, dello spirito e degli stati d’animo, della grazia e della pazienza.   

FB_IMG_1496444476156

Alla festa di Verona tanto attesa e organizzata ogni anno egregiamente da Zlatov Claudia (Corallo Eventi Verona), non mancheranno i balli tradizionali con il Gruppo Folcloristico Romeno “Dagli Antenati Tramandato”, il Gruppo”Mugurasii di Verona”, le canzoni folkloristiche con Silvia Semeniuc,Simina Iancu,Ghita Birne, Tofan Marcel, Dan & Mariana Cretu, Maria Ardeleanu. Per deliziare il palato dei presenti come ogni anno  ci sarà Divo’s Pasticceria, con i dolci e salati tradizionali.  Cozonaci secuiesti-kurtos, preparati da Alexandru E Ioana.   Si potranno ammirare le bancarelle con gli ogetti artigianali popolari,  i costumi tradizionali di Maria Morar che arrivano direttamente dalla Romania, sempre dalla Romania anche Diana Albu con tanti costumi, camice e oggetti artigianali tradizionali.

FOTO EDIZIONE 2016

Questa presentazione richiede JavaScript.

L’evento è stato patrocinato dal Consolato Generale della Romania a Trieste

La parrocchia ortodossa del territorio con il parroco Gabriel Codrea, sostiene tutti gli anni questo tipo di iniziative.

FB_IMG_1496453974881

Non mancheranno gli ospiti di onore.

Un evento riuscito ed organizzato ogni anno anche grazie agli sponsor, l’agenzia di trasporto internazionale ATLASSIB e la compagnia di telefonia mobile DIGI MOBIL.

picsart_06-08-12.26.42.jpgATLASSIB fa parte del holding Atlassib, ed è la più grande agenzia di trasporti della Romania, si occupa del trasporto dei viaggiatori a livello internazionale dal 1993, con 160 uffici aperti in Europa e più di 1.150 pullman.

picsart_06-08-12.27.40.jpgDG MOBIL nasce da RCS & RDSpresente in 8 paesi in Europa, un operatore di servizi e telecomunicazioni in  Romania, fondato nel 1994.

Oggi DG MOBIL è diventata la più grande compagnia di telefonia mobile in Romania con copertura anche in Italia da 5 anni grazie all’accordo con TIM!

Un’operatore unico in grado di offrire servizi unendo due paesi in una sola sim 

L’evento si svolgerà a Verona,via Chioda 177, dalle ore 12:30

Organizzato da :Zlatov Claudia, Info. 3406194420

Screenshot_20170602-231342

La più bella camicia sarà premiata

  • Programma
  • -12:30-14:30    – apertura festival e picnic
  • -14:30 – 15:30  – sfilata per il concorso la più bella camicia –
  • – 15:30-19:30   – musica e balli tradizionali folkloristici

18815055_1349816031721602_2299077756943853519_o

Regione Bucovina (Romania) a Bergamo Agri Travel 2017

#Bergamo – Agri Travel & Slow #Travel #Expo 2017.

dsc_0003

Cos’è
Agri Travel & Slow Travel Expo (ATEST), è il primo salone internazionale dedicato alla promozione del turismo rurale e slow, che nel 2017 giunge alla sua terza edizione (17, 18, 19 febbraio) con un format ancora più originale e innovativo per celebrare al meglio il 2017, Anno Internazionale del Turismo Sostenibile, argomento che ha caratterizzato la manifestazione.

Le parole chiave
Agri Travel & Slow Travel Expo è un evento (www.agritravelexpo.it) ruotante attorno alle quattro parole chiave che guidano l’evento: AGRICOLTURA, CULTURA, TURISMO E SOSTENIBILITA’, con un focus sul CIBO, sempre protagonista assoluto, rappresentando un potente fattore di identità culturale, in grado di descrivere i luoghi nella loro totalità attraverso storie, tradizioni, economia e modelli di produzione agricola.

picsart_02-20-04.52.54.jpg

Per la prima volta la Romania, presso l’area fiere di Bergamo, con la Regione #Bucovina, riscuote un grande sucesso attirando l’attenzione del pubblico in modo positivo.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Le richezze ed i gioielli del territorio vengono rappresentate attraverso 3 elementi fondamentali che sono: le immagini dei monasteri dipinti della Bucovina,20170217_165818_5833.jpg

le uova dipinte artigianalmente con icone e volti della chiesa ortodossa, una tradizione molto usata sopratutto a pasqua.

picsart_02-20-04.40.02.jpgpicsart_02-20-05.00.21.jpg

picsart_02-20-04.48.22.jpgpicsart_02-20-04.37.44.jpgIl pesce di fiume (la trota), afumicata ed elaborata, presentata in conserve e in varie ricette tradizionali biologiche, che viene prodotto dall’azienda Bio ValePutna .

picsart_02-20-05.33.54.jpg

Allo stand si è svolto uno show cooking con il supporto della Aura Company e Robert Raducescu, ed il pubblico è stato delizziato con degli involtini di verza (le sarmale) con polenta, un piato tipico tradizionale realizzato dal ristorante romeno -“Bucataria de Acasa”., di Milano.

fb_img_1487618829034.jpg

fb_img_1487618917465.jpgfb_img_1487618895363.jpgfb_img_1487618926957.jpg

Lo stand è stato rappresentato dal direttore del Centro Nazionale di Informazione e Promozione Turistica Suceava, Claudiu Ducu Bradatan.
Bucovina – “Un Regno Fiabesco” a 2 ore dall’Italia!

20170217_162755.jpg

Nel giorno dell’inaugarazione è stata premiata l’Associazione ANTREC – National Association of Rural, Ecological and Cultural Tourism
Un grande progetto di questa edizioe è stato il “Congresso europeo sullo sviluppo rurale attraverso il turismo” organizzato da Eurogites, la Confederazione Europea del Turismo Rurale comprendente 35 associazioni rappresentative di 27 paesi europei, che si è tenuto per la prima volta in Italia proprio ad Agri Travel & Slow Travel Expo.

p_20170217_152818.jpg20170217_153149.jpgp_20170217_154510.jpg

La FEDERAZIONE EUROPEA DI ASSOCIAZIONI ATTIVE PER LA PROMOZIONE DEL TURISMO RURALE,  ha vinto il primo premio al concorso organizzato da STRD 2017 – SUSTAINABLE TOURISM FOR RURAL DEVELOPMENT, un settore importante nel turismo rurale Europeo. Il progetto della Romania vince il contest del mercato delle idee #strd2017, premiati da Klaus Ehrlich, Segretario Generale Eurogites (European Federation Of Rural Tourism).

20170217_204525_86213.jpg

Questa presentazione richiede JavaScript.

Non è mancata la presenza di alcuni personaggi istituzionali che hanno visitato lo stand quali il sig. Console Generale della Romania a Milano, Adrian Georgescu.

Molto importante anche la presenza dell’Ambasciatore della Thailandia e l’Ambasciatore del Marocco

– Klaus Ehrlich, Segretario Generale Eurogites (European Federation Of Rural Tourism).

– Sua Eccelenza, Ambasciatore della Bolivia in Republica Italiana Dott. Antolin Ayaviri Gomez.

– Dott.sa Eva Gloria Chuquimia Mamani, Console Generale della Bolivia a Milano.

– Commendatore dott. Maurizio Chizzoli.

– Antonino La Spina, pres. UNPLI Italia ( Unione Nazionale Pro Loco Italia).

– Alberto Capitanio, pres. Compagnia delle Opere Bergamo, Piero Zuddas, responsabile imprese Sardegna.

– Walter Belotti, pres. del Museo della Guerra Bianca.

– Marco Piscopo, pres. Associazione nazionale bed&breakfast, affitta camere e case per vacanza.

– Massimo Pozzi, portale internet Horse Touring.

– Eugenio Sorrentino, responsabile dell’ ufficio stampa di SACBO, società di gestione dell’Aeroporto di Bergamo Orio al Serio.

– Marius Giuglan, Consigliere “Romania”-Lombardia -Bergamo.

– Chiara Bramani Progetto Cina / China Project.

– Paolo Galbiati, consulente nello sviluppo internazionale delle piccole e medie imprese.

– Sig.ra Silvica Simonca, pres. Asociazione “Orizzonti latini” Cremona con la segretaria dell’Associazione Gianina Palada.

– Florentina Nita Poetessa e giornalista.

– ing.Constantin Nita.

Si ringrazia  Stefan Costin Ignat per il lavoro di hostess, il supporto logistico e le traduzioni dei materiali.
fb_img_1487619108192.jpg

fb_img_1487619075058.jpgreceived_10208631080560632.jpegpicsart_02-20-04.45.14.jpgreceived_10208631055680010.jpegreceived_10208633932031917.jpeg20170217_183007_107471.jpgpicsart_02-20-04.54.05.jpg

Si ringrazia per il sostegno e l’ospitalità a Stefania Pendezza- Project manager AgriTravel, a Robert Raducescu-Imprenditore e tittolare Aura Company e pres. Associazione “Romania ” – Lombardia, a Carlo Conti-vicepresidente Fiera di Bergamo.

Questa presentazione richiede JavaScript.

foto copyright by #feliciafotoreporter ©

p_20170217_165221_bf_1.jpg

L’evento Agri Travel ha il patrocinio di 2017 – International Year of Sustainable Tourism for Development , Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Enit Ente Nazionale del #Turismo, Legambiente e il supporto della Camera di commercio di Bergamo e di Regione #Lombardia.

http://www.bergamofiera.it

Mostra di pittura con Cristina Lefter e Nelu Pascu 

Mostra di pittura contemporanea – Viaggio nei colori e un selfie con Donald J. Trump e Vladimir Putin, un progetto a quattro mani realizzato da Nelu Pascu e Cristina Lefter. La mostra, concepita ad hoc per la GALLERIA senza GALLERISTA, vede il colore come protagonista trait d’union tra i due artisti, nonostante i loro diversi percorsi stilistici.




La mostra, nei pressi di Porta Venezia, è un intreccio di due viaggi, quello di Nelu Pascu e quello di Cristina Lefter, artisti affermati in Romania, Italia e all’estero; due viaggi in cui il colore – declinato nei riflessi, luci, ombre e spaziando dalla violenza alla delicatezza cromatica, dipinge una fotografia sociale in cui i ‘selfie’, Donald Trump For President e Vladimir Putin European Support The International Movement / Международное Движение “For Vladimir Putin” fanno parte di una cultura e di una realtà ormai globale.
https://www.oeshub.com/arte-contemporanea



Le opere dei due artisti Cristina Lefter e Nelu Pascu sono esposte in una galleria senza gallerista,  aperta al pubblico dal 2 al 21 febbraio 2017 in via Eustachi 7 Milano, zona Porta Venezia.









foto © #feliciafotoreporter

Milano Multietnica Book City 2016

Presentazione del libro Milano Multietnica, Il testo illustra, con ampia bibliografia, le comunità più numerose di Milano: storia, migrazioni, tradizioni, cultura, ricette, testimonianze. Un ampio capitolo è dedicato alla comunità romena, tra le più attive e feconde che abbiamo avuto il piacere di conoscere in profondità grazie all’aiuto del Consolato Generale di Romania a Milano, del Centro Culturale Italo-Romeno di Milano, della Casa Editrice Rediviva e di molti rappresentanti di associazioni culturali e religiose. #BCM2016 #MILANO #ROMANIA #CULTURA #MULTIETNICA #MUDEC #REDIVIVA #feliciafotoreporter© #feliciavideoreporter©

Scrittori romeni a Book City Milano 2016

MUDEC Museo delle Culture del Mondo – Milano Incontro con gli Scrittori romeni a Bookcity #Milano, l’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia e il Centro Cultuale Italo-Romeno di Milano hanno proposto la presentazione di quattro libri pubblicati nel 2016 presso Rediviva, Genesi Editrice e Pellicano Edizioni. Durante gli incontri e stata offerta la possibilità di presentare alcuni dei progetti letterari più recenti pubblicati dagli invitati; libri bilingui italiano-romeno, che aprono il dialogo e danno voce a coloro che hanno qualcosa di profondamente umano da condividere, favorendo l’incontro tra culture. #BCM16 #MUDEC #feliciafotoreporter© #feliciavideoreporter © http://culturaromena.it/scrittori-romeni-a-bookcity-milano/

Giornata del Folklore Romeno a Ormelle (TV)

Esposizione di costumi tipici, di prodotti e dell’artigianato. 

Data 18 settembre 2016


ore 11.00 ,  esposizione di vini e prodotti tipici, 
mostra di costumi tradizionali e dell’artigianato, consumazione pietanze tipiche.

ore 15.00 ,  sfilata di costumi tradizionali e premiazione del costume più bello!

ore 16.00 , spettacolo del gruppo di balli folkloristici “De La Batrani Cetire”

Intrattenimento per i bambini con truccabimbi

ore 20.00 ,  il taglio della torta

Con la partecipazione di  S.p.a. Alytherapy, Zurich Assicurazioni, Cornelia Rosca costumi, Diana Albu artigianato, Divo’s Pasticceria dolce e salato tradizionale romeno, ELI.S.RO. di Asavi Maricica di Oderzo con prodotti tipici, Fiorreria L’Orchidea di Lorenzon M. & C. , Siriana Rizzetto con giocchi gonfiabili e truccabimbi.

Evento organizzato dal Comune di Ormelle in collaborazione con il Bar Centrale di Burlan Lucica

#Folklore #tradizioni #artigianato #gastronomia #romania #culturaromena

giornata-folklore-rumeno

14184511_1212698538761397_7909199536410058843_n

 

Verona: 3° Edizione Festival dell’ia la camicia folkloristica

Per il terzo anno consecutivo si è svolto a Verona il festival dell’ia la camicia tradizionale più storica che rappresenta il popolo romeno.

Zlatov Claudia di origine romena residente a Verona, da tanti anni ormai promuove e organizza eventi nella comunità romena presso lo spazzio (Corallo Eventi Verona) , tra qui il festival dell’ia la camicia artigianale ricamata che si celebra il 24 giugno, tanto amato e desiderato dalla comunità.