1-31 ott. OGLINDĂ – Uno specchio fra due culture – Festival della cultura Romena

Uno specchio fra due culture

Dal 1 al 31 ottobre 2017 – Teatro Corte dei Miracoli

Credi che lo zingaro sia un rumeno?

Che la Romania sia nei Balcani?
Stenti a credere che i gitani vengano dall’India?

«Una civiltà esordisce col mito e termina nel dubbio»…diceva un intellettuale romeno dagli ideali ambigui ma dalle idee molto chiare. Dubbi e confusioni fra popolo romeno e cultura ròm, figli anche di una somiglianza lessicale ingannevole, si daranno una pettinata davanti allo “specchio” (in romeno: Oglindă), per far sì che la millenaria tradizione ròm e zigana e la profonda cultura romena si riflettano l’un l’altra, in un gioco di similitudini e differenze.

Al teatro Corte dei Miracoli un nuovo festival su civiltà e folklore,
per un… “roaming” attraverso musica, teatro, cinema, filosofia e fotografia.

PROGRAMMA

Domenica 1 ottobre, ore 19:30

La morte che ride | Mostra fotografica

La spedizione di fotografi e reporter della Tigre ha viaggiato per i cimiteri della Transilvania, ha “scavato” a fondo nella cultura romena e resuscitato scatti e storie… immortali! Per il reportage “Romania. Il pozzo delle storie”.

Da mercoledì 4 ottobre, ore 18:00

Aperitivo Letterario

Ogni mercoledì, in occasione del festival, la Corte ha l’onore di iniziare il suo primo ciclo di aperitivo letterario dedicato ai grandi autori, al folklore, alla filosofia e al teatro romeno. Il 4 ottobre inizieremo con Dracula di Bram Stoker, per poi proseguire l’11 ottobre con Romania FOLK, il 18 ottobre col Teatro dell’Assurdo di Eugène Ionesco e il 25 ottobre con la filosofia di Mircea Eliade ed Emil Cioran. Come resistere all’idea di parlarne davanti a un bicchiere di vino e a qualche leccornia?

Giovedì 5 ottobre, ore 21:30

Transylvania (2006) | Cineforum

Uno degli ultimi film dal cantore della cultura ròm per immagini. Il regista Tony Gatlif torna in Romania e la zingarina Asia Argento torna in Transilvania alla ricerca di un musicista.

Domenica 8 ottobre, ore 19:30

L’abbondanza | Editoria e gastronomia

In occasione dell’uscita del numero 14 della rivista La Tigre di Carta dedicato al tema “Abbondanza”, si presentano gli scatti della Romania accompagnati da pietanze della gastronomia romena.

Giovedì 12 ottobre, ore 21:00

Noul val românesc | Cineforum

Claudio Bartolini, critico e redattore di “Film Tv” e “Nocturno Cinema”, racconta di autori come Popescu, Muntean, Mungiu e degli altri animatori del “Nuovo cinema romeno”.

Sabato 28 ottobre, ore 19:00

Il paradosso romeno | Arte e filosofia

Incontro con Horia Corneliu Cicortaş e la redazione di Antarès per approfondire il numero sull’epoca d’oro della cultura romena e con la Casa Editrice Bietti per presentare le raccolte teatrali di Mircea Eliade.

Ore 21:30

Enescu e dintorni | Musica

Davide Galli, pianista formatosi alla Guidhall di Londra, ricorda il più grande compositore romeno, George Enescu, attraverso alcune sue opere pianistiche, a confronto con altri autori dell’Est Europa.

Domenica 29 ottobre, ore 21:00

Uomini e pietre | Teatro

Gran finale con la prima mondiale di un’opera di Mircea Eliade rimasta a lungo inedita! Per l’occasione, la casa editrice Bietti presenta la pubblicazione della sua raccolta di scritti teatrali dell’intellettuale romeno.

Martedì 31 ottobre, dalle 18:00

Frankenstein! | Finissage con festa in maschera

Per stemperare la dor (“nostalgia”) di fine Festival, un aperitivo filosofico e una jam session dal sapore transilvano! Se venite travestiti vi offriamo il primo giro, per un Halloween romeno…

DOMENICA 29 OTTOBRE | ORE 21:00
Gran finale del festival Oglindă, dedicato al confronto speculare fra tradizione ròm e cultura romena, con la prima mondiale di un’opera diMircea Eliade rimasta a lungo inedita:
UOMINI E PIETRE
Scritto nella primavera del ’44 durante il turbolento soggiorno dell’intellettuale romeno nel Portogallo di Salazar.

https://www.facebook.com/events/1462120330524344/

piu info Festival

http://www.latigredicarta.it/corte_dei_miracoli/2017/09/26/oglinda-festival-romania/

Teatro Corte dei Miracoli
Via Mortara 4, Milano 20144
Presso l’associazione culturale “La Taiga”
In collaborazione con la rivista La Tigre di Carta

www.latigredicarta.it | lataiga@latigredicarta.it

INGRESSO

Per l’ingresso è necessario tesserarsi a un costo di 5 euro

L’abbonamento per partecipare all’intero festival è di 50 euro (tessera inclusa) 

uomini_e_pietre_presentazione

 

Tournée Norman Manea in Italia

Norman Manea, Andrea Bajani, Ginevra Bompiani e Edward Kanterian a Milano
17 e 19 settembre 2017

La tournée in Italia dello scrittore, saggista ed esule romeno Norman Manea continua a Milano, con un dialogo tra Norman Manea e Andrea Bajani che avrà luogo alle ore 19.00, presso la Fondazione GiangiacomoFeltrinelli (Sala Polifunzionale, Viale Pasubio 5), in occasione di un evento dedicato alla memoria di Antonio Tabucchi intitolato Viva Tabucchi!
Sempre a Milano, presso la Libreria Feltrinelli Duomo (Piazza Duomo, Via Foscolo 1/3), il 19 settembre, alle ore 18.30, avrà luogo la presentazione del libro di Norman Manea, Corriere dell’Est, pubblicato da Il Saggiatore e che consiste in una serie di dialoghi tra Norman Manea, Ginevra Bompiani e Edward Kanterian, docente di filosofia presso l’Università di Kent, su temi come l’antisemitismo, la Germania nazista, i Gulag e l’Olocausto, la condizione dell’intellettuale est-europeo dopo la caduta dei regimi totalitari, l’11 settembre, le violenze in Irak e Afganistan, la cultura pop in America, la cultura umanistica confrontata con lo sviluppo delle tecnologie ecc. I due eventi sono organizzati da Il Saggiatore, dalla Fondazione Feltrinelli e dall’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia, in collaborazione con la Libreria Feltrinelli Duomo e il Centro Culturale Italo–Romeno di Milano. Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili. Per ulteriori informazioni: stampa@ilsaggiatore.com o tel. 0220230202.

Organizzatori: Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia, Il Saggiatore, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli;

Patrocinio: Ambasciata di Romania in Italia, Consolato Generale di Romania a Milano, Regione Lombardia, Città metropolitana Milano, Comune di Milano;

Partner: Libreria Feltrinelli Duomo, Centro Culturale Italo–Romeno di Milano;

Media Partner: Radio România, Agenda Diasporei, Emigrantul, Gazeta Românească, Ziarul Românesc Italia, Lettera 43.

26° Premio Internazionale Giovani e Poesia Triuggio

Alla 26° Edizione del Premio Internazionale “Centro Giovani e Poesia-Triuggio” hanno partecipato n.766 autori con un totale di 722 composizioni. La presenza estera è stata la seguente: n.165 dalla Romania, n.161 dalla Bulgaria, n.32 dal Marocco, n.12 dalla Ucraina, n.10 dal Bangladesh e dal Pakistan, n.7 dal Senegal, n.6 da Moldova, Albania e Benin, n.5 dalla Russia, n.4 da Francia, Egitto e Ghana, n.3 da Cina e Giappone, n.2 da Camerun, Equador e India, n.1 da Germania e Polonia, per un totale di 446 autori. https://centrogiovaniepoesia.org/2017… La graduatoria è stata la seguente: SEZIONE A (sino a 12 anni) 3° “ – ALEXANDRA MARIA CUREA di Brasov (Romania) 4° “ con Menzione D’Onore – PETRA ANA MIRICA BOBIT di Galati (Romania) SEZIONE B (Speciale Scuole) 4° “ con Menzione d’Onore – SCUOLA “SFANTA VINERI” (classe preparatoria D) di Ploiesti (Romania) SEZIONE C (dai 13 ai 17 anni) 1° Premio – CLAUDIU IULIAN BARDAN di Suceava (Romania) 2° “ – ROXANA NAOMI IVANCIUC di Suceava (Romania) 3° “ – IOANA CRISTIANA BADEA di Craiova (Romania) 6° “ con Segnalazione di Merito – TEODORA HARABOR di Brasov (Romania) SEZIONE D (dai 18 anni in avanti) 7° “ con Diploma di Segnalazione,ex aequo – MARIA POPESCU di Brasov (Romania) SEZIONE F (foto-poesia/in memoria di Angelo Villa) 3° “ – ANGI MELANIA CRISTEA di Craiova (Romania) SEZIONE G (Speciale ANMIG) 2° “ – MAGDALENA HARABOR di Brasov (Romania) Premio “In memoria di Ettore Villa-miglior giovane autore” a CLAUDIU IULIAN BARDAN di Suceava (Romania) LUCA STEFAN di Brasov (Romania) Premio “Poesia dei Popoli-in memoria di Alfredo Pirola ” a ANCA MIHAELA BRUMA di Onesti (Romania) MARIA DOINA LEONTE di Suceava (Romania) Premio “In memoria di Eugenio Bentivegna-miglior testo di giovane autore straniero” a LUCA STEFAN di Brasov (Romania) #feliciafotoreporter©

Verona: 4° Edizione Festival della camicia folkloristica romena (ia)

 

“Il Festival dell’ IA, la camicia storica tradizionale del popolo romeno che viene ormai riconosciuta e celebrata al livello universale il 24 giugno. organizzata ogni anno egregiamente da Zlatov Claudia (Corallo Eventi Verona) Hanno partecipato il Gruppo Folcloristico Romeno “Dagli Antenati Tramandato”, il Gruppo”Mugurasii di Verona”, le canzoni folkloristiche con Silvia Semeniuc,Simina Iancu,Ghita Birne, Tofan Marcel, Dan & Mariana Cretu, Maria Ardeleanu Divo’s Pasticceria, con i dolci e salati tradizionali Cozonaci secuiesti-kurtos, preparati da Alexandru E Ioana. costumi tradizionali di Maria Morar che arrivano direttamente dalla Romania, sempre dalla Romania anche Diana Albu con tanti costumi, camice e oggetti artigianali tradizionali. L’evento è stato patrocinato dal Consolato Generale della Romania a Trieste La parrocchia ortodossa del territorio con il parroco Gabriel Codrea, sostiene tutti gli anni questo tipo di iniziative. Un evento riuscito ed organizzato ogni anno anche grazie agli sponsor, l’agenzia di trasporto internazionale ATLASSIB e la compagnia di telefonia mobile DIGI MOBIL. picsart_06-08-12.26.42.jpgATLASSIB fa parte del holding Atlassib, ed è la più grande agenzia di trasporti della Romania, si occupa del trasporto dei viaggiatori a livello internazionale dal 1993, con 160 uffici aperti in Europa e più di 1.150 pullman. picsart_06-08-12.27.40.jpgDG MOBIL nasce da RCS & RDS, presente in 8 paesi in Europa, un operatore di servizi e telecomunicazioni in Romania, fondato nel 1994. Oggi DG MOBIL è diventata la più grande compagnia di telefonia mobile in Romania con copertura anche in Italia da 5 anni grazie all’accordo con TIM!

Verona: 4° Edizione Festival della camicia folkloristica romena (ia)

Dopo 3 anni di successo, torna l’evento più amato dalla comunità romena di Verona, “Il Festival dell’ IA, la camicia storica tradizionale del popolo romeno che viene ormai riconosciuta e celebrata al livello universale il 24 giugno.

PicsArt_06-03-03.37.40

Nel 2013 è stato scelto il 24 giungo – ”Sânzienele” (La Notte delle Fate) – per segnare la prima celebrazione dell’IA romena, con il nome “Giornata Universale dell’Ia”

FOTO EDIZIONE 2016

Questa presentazione richiede JavaScript.

L’ia, una camicetta romena per le donne, dai tagli diversi, decorata con delle cuciture, dei ricami, particolare per la varietà dei motivi ornamenti prevalentemente geometrici e qualche volta anche floreali, differente per le tecniche di esecuzione al torace, alle maniche e spesso al collo, secondo le regioni. I colori presenti nella decorazione della ia sono colori che hanno un forte carico simbolistico. Colori come il rosso, il nero e il verde sono utilizzati per evidenziare l’evento, lo scopo per cui è stata creata la ia ma anche per evidenziarle lo status sociale annobilendola a volte aggiungendo il ricamo di filo d’oro.  Nota al livello internazionale tra gli amanti del bello come la “roumanian blouse” o “la blouse roumaine”, la troviamo in tutte le regioni della Romania sotto diverse forme che denotano l’appartenenza alla tradizione e allo spazio di provenienza, raccontandoci le credenze ed i valori dei nostri posti, dello spirito e degli stati d’animo, della grazia e della pazienza.   

FB_IMG_1496444476156

Alla festa di Verona tanto attesa e organizzata ogni anno egregiamente da Zlatov Claudia (Corallo Eventi Verona), non mancheranno i balli tradizionali con il Gruppo Folcloristico Romeno “Dagli Antenati Tramandato”, il Gruppo”Mugurasii di Verona”, le canzoni folkloristiche con Silvia Semeniuc,Simina Iancu,Ghita Birne, Tofan Marcel, Dan & Mariana Cretu, Maria Ardeleanu. Per deliziare il palato dei presenti come ogni anno  ci sarà Divo’s Pasticceria, con i dolci e salati tradizionali.  Cozonaci secuiesti-kurtos, preparati da Alexandru E Ioana.   Si potranno ammirare le bancarelle con gli ogetti artigianali popolari,  i costumi tradizionali di Maria Morar che arrivano direttamente dalla Romania, sempre dalla Romania anche Diana Albu con tanti costumi, camice e oggetti artigianali tradizionali.

FOTO EDIZIONE 2016

Questa presentazione richiede JavaScript.

L’evento è stato patrocinato dal Consolato Generale della Romania a Trieste

La parrocchia ortodossa del territorio con il parroco Gabriel Codrea, sostiene tutti gli anni questo tipo di iniziative.

FB_IMG_1496453974881

Non mancheranno gli ospiti di onore.

Un evento riuscito ed organizzato ogni anno anche grazie agli sponsor, l’agenzia di trasporto internazionale ATLASSIB e la compagnia di telefonia mobile DIGI MOBIL.

picsart_06-08-12.26.42.jpgATLASSIB fa parte del holding Atlassib, ed è la più grande agenzia di trasporti della Romania, si occupa del trasporto dei viaggiatori a livello internazionale dal 1993, con 160 uffici aperti in Europa e più di 1.150 pullman.

picsart_06-08-12.27.40.jpgDG MOBIL nasce da RCS & RDSpresente in 8 paesi in Europa, un operatore di servizi e telecomunicazioni in  Romania, fondato nel 1994.

Oggi DG MOBIL è diventata la più grande compagnia di telefonia mobile in Romania con copertura anche in Italia da 5 anni grazie all’accordo con TIM!

Un’operatore unico in grado di offrire servizi unendo due paesi in una sola sim 

L’evento si svolgerà a Verona,via Chioda 177, dalle ore 12:30

Organizzato da :Zlatov Claudia, Info. 3406194420

Screenshot_20170602-231342

La più bella camicia sarà premiata

  • Programma
  • -12:30-14:30    – apertura festival e picnic
  • -14:30 – 15:30  – sfilata per il concorso la più bella camicia –
  • – 15:30-19:30   – musica e balli tradizionali folkloristici

18815055_1349816031721602_2299077756943853519_o

Doina Strulea e Alexandru Cazacu sono i vincitori del Concorso Letterario “Te iubesc!

C O N C O R S O  L E T T E R A R I O “Te iubesc! – Ti amo!” passione e sentimento.

Premio Letterario Ovidio 2017, ideato dall’Associazione Socio-Culturale Ovidiu di Sulmona in occasione del Bimillenario Ovidiano.

Doina Strulea ha vinto il I premio e Alexandru Cazacu II premio.

Video reportage PRO TV Chișinău

Sursa video http://osearaperfecta.protv.md/doina-strulea-si-alexandru-cazacu-invingatori-la-un-prestigios—1873921.html

La manifestazione è stata promossa e patrocinata dal Comune di Sulmona, Fondazione Carispaq (Aq), l’Associazione di Promozione Sociale Moldbrixia di Brescia, l’Associazione Asso Moldave di Roma, il Comitato Metamorphosis – Beyond the Shape di Sulmona , l’Associazione Voci di Donne, , l’APC, Agenzia Promozione Culturale di Sulmona, la Casa editrice Lupi Editore, realizzata con la preziosa collaborazione dell’Istituto d’Istruzione Superiore Ovidio di Sulmona, la scuola di danza Dance Center di Nanda Colangelo. Il Concorso è stato bandito su tutto il territorio nazionale e ha visto la partecipazione di oltre trenta concorrenti, italiani e di lingua e cultura romena essendo previste 2 sezioni, la prima per autori italiani, la seconda per autori di lingua romena. Il tema del concorso è stato l’amore. Il modello poetico, anche in chiave figurativo (mitologia, allegorie ecc.) che ha guidato i partecipanti è stato, nella maggior parte die componimenti, ispirato ad opere ovidiane o al mondo ovidiano. Tutte le opere partecipanti al Concorso saranno raccolte ed edite dalla Casa Editrice Lupi di Sulmona (Aq) in formato e-book. Presentatrice della serata Fiorenza Quadraro mentre la regia dell’evento è stata affidata a Tania Mastrangioli. Pasquale Di Giannantonio hs presentato la sua voce per la lettura di alcuni brani ovidiani. La giuria ha visto la presenza di nomi eccellenti del giornalismo romeno quali: Alina Harja, scrittrice, giornalista, già Presidente dell’Associazione Interparlamentare Italia-Romania (Roma); Miruna Cajvaneanu, giornalista, corrispondente dell’agenzia romena HotNews.ro. (Roma); Elena Postelnicu, giornalista radiofonica presso Romanian Radio Broadcasting Company / Radio România (Roma). Tra gli ospiti, Tatiana Nogailic, moldava, sociologa, mediatrice Culturale e Presidente dell’Associazione Asso Moldave (Roma).

Prima dello svolgimento della manifestazione, gli organizzatori e i componenti della giuria, rappresentati da giornalisti romeni in Italia, sono stati ricevuti dal sindaco Annamaria Casini nella residenza municipale con cui hanno gettato le basi per sinergie nel nome di Ovidio.

 

http://ilblogdijacopolupi.blogspot.it/p/eventi-e-concorsi.h

Tradizione, moda e folklore romeno al Carnevale di Venezia 

​l’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia e Creart – Centro di Creazione, Arte e Tradizioni di Bucarest, in partenariato con VELA Spa e l’Ateneo Veneto di Venezia, hanno organizzato nell’ambito del Carnevale di Venezia 2017 una mostra di abiti contemporanei di Liliana Turoiu all’interno dell’Ateneo Veneto ed un itinerario musicale, sostenuto dal gruppo di suonatori di corni tradizionali romeni «MOAŢELE» di Câmpeni – Alba (Romania). 

Il gruppo di suonatori di corni tradizionali romeni «MOAŢELE» di Câmpeni – Alba (Romania) è stato fondato nel 2006 ed è composto da giovani donne talentuose che amano il folklore e intendono portare avanti le tradizioni popolari romene, suonando il corno, strumento musicale a fiato tradizionale nelle aree montagne della #Transilvania. 

La mostra di Liliana Turoiu intitolata “La dote” è un progetto che si rivolge agli amanti della cultura, delle tradizioni e della moda ed è una collezione ispirata agli abiti tradizionali romeni.


Nella collezione «La dote», i capi di abbigliamento tradizionali romeni, quali fota, ia, brâul o ilicul, sono fonti d’ispirazione per i vestiti moderni, per le creazioni degli stilisti impegnati nel settore della moda contemporanea d’alta qualità. Per la durata della mostra, l’artista Liliana Ţuroiu ha presentato una serie di abiti provenienti dalla sua collezione, capi di abbigliamento che attraverso un esercizio di maestria porteranno il pubblico nel mondo della moda contemporanea romena.


Liliana Ţuroiu – stilista, professore associato presso l’Università Nazionale d’Arte di Bucarest, artista e imprenditrice nel settore dell’alta moda, è membro dell’Unione degli Artisti della Romania, presidente e membro fondatore della Fondazione Altum Studio Design. Nella sua carriera quasi ventennale, ha firmato collezioni di moda, presentazioni e mostre d’arte, fotografia e abiti, organizzate sia in patria sia all’estero: Italia – Venezia e Milano; Francia – Parigi e Lille; Germania – Düsseldorf e Colonia; Stati Uniti – New York; Grecia – Atene; Kazakistan – Alma Ata; Bulgaria – Sofia; Ungheria – Budapest.



Vari abiti di Liliana Ţuroiu sono stati indossati in occasione di prestigiosi eventi svoltisi presso il Palazzo di Versailles, la Casa Bianca, il Teatro alla Scala, a Bruxelles e Cannes. Per informazioni aggiuntive sull’artista Liliana Ţuroiu, si veda: https://www.lilianaturoiustudio.com/



La mostra è stata realizzata con il sostegno dell’Istituto Culturale Romeno di Bucarest e ha fatto  parte del programma ufficiale del Carnevale di Venezia 2017: http://www.carnevale.venezia.it/event/inaugurazione-della-mostra-la-dote-di-liliana-uroiu/?date=2017-02-18_15:00:00
Organizzatori: Istituto Culturale Romeno di #Bucarest, Istituto Romeno di #Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia e creart – Centro di Creazione, Arte e #Tradizioni di Bucarest
In partenariato con: VELA Spa, Ateneo Veneto e Comune di #Venezia
Media partner: Venezia News, Un ospite di Venezia
foto © #feliciafotoreporter 
La cultura romena in Italia

Regione Bucovina (Romania) a Bergamo Agri Travel 2017

#Bergamo – Agri Travel & Slow #Travel #Expo 2017.

dsc_0003

Cos’è
Agri Travel & Slow Travel Expo (ATEST), è il primo salone internazionale dedicato alla promozione del turismo rurale e slow, che nel 2017 giunge alla sua terza edizione (17, 18, 19 febbraio) con un format ancora più originale e innovativo per celebrare al meglio il 2017, Anno Internazionale del Turismo Sostenibile, argomento che ha caratterizzato la manifestazione.

Le parole chiave
Agri Travel & Slow Travel Expo è un evento (www.agritravelexpo.it) ruotante attorno alle quattro parole chiave che guidano l’evento: AGRICOLTURA, CULTURA, TURISMO E SOSTENIBILITA’, con un focus sul CIBO, sempre protagonista assoluto, rappresentando un potente fattore di identità culturale, in grado di descrivere i luoghi nella loro totalità attraverso storie, tradizioni, economia e modelli di produzione agricola.

picsart_02-20-04.52.54.jpg

Per la prima volta la Romania, presso l’area fiere di Bergamo, con la Regione #Bucovina, riscuote un grande sucesso attirando l’attenzione del pubblico in modo positivo.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Le richezze ed i gioielli del territorio vengono rappresentate attraverso 3 elementi fondamentali che sono: le immagini dei monasteri dipinti della Bucovina,20170217_165818_5833.jpg

le uova dipinte artigianalmente con icone e volti della chiesa ortodossa, una tradizione molto usata sopratutto a pasqua.

picsart_02-20-04.40.02.jpgpicsart_02-20-05.00.21.jpg

picsart_02-20-04.48.22.jpgpicsart_02-20-04.37.44.jpgIl pesce di fiume (la trota), afumicata ed elaborata, presentata in conserve e in varie ricette tradizionali biologiche, che viene prodotto dall’azienda Bio ValePutna .

picsart_02-20-05.33.54.jpg

Allo stand si è svolto uno show cooking con il supporto della Aura Company e Robert Raducescu, ed il pubblico è stato delizziato con degli involtini di verza (le sarmale) con polenta, un piato tipico tradizionale realizzato dal ristorante romeno -“Bucataria de Acasa”., di Milano.

fb_img_1487618829034.jpg

fb_img_1487618917465.jpgfb_img_1487618895363.jpgfb_img_1487618926957.jpg

Lo stand è stato rappresentato dal direttore del Centro Nazionale di Informazione e Promozione Turistica Suceava, Claudiu Ducu Bradatan.
Bucovina – “Un Regno Fiabesco” a 2 ore dall’Italia!

20170217_162755.jpg

Nel giorno dell’inaugarazione è stata premiata l’Associazione ANTREC – National Association of Rural, Ecological and Cultural Tourism
Un grande progetto di questa edizioe è stato il “Congresso europeo sullo sviluppo rurale attraverso il turismo” organizzato da Eurogites, la Confederazione Europea del Turismo Rurale comprendente 35 associazioni rappresentative di 27 paesi europei, che si è tenuto per la prima volta in Italia proprio ad Agri Travel & Slow Travel Expo.

p_20170217_152818.jpg20170217_153149.jpgp_20170217_154510.jpg

La FEDERAZIONE EUROPEA DI ASSOCIAZIONI ATTIVE PER LA PROMOZIONE DEL TURISMO RURALE,  ha vinto il primo premio al concorso organizzato da STRD 2017 – SUSTAINABLE TOURISM FOR RURAL DEVELOPMENT, un settore importante nel turismo rurale Europeo. Il progetto della Romania vince il contest del mercato delle idee #strd2017, premiati da Klaus Ehrlich, Segretario Generale Eurogites (European Federation Of Rural Tourism).

20170217_204525_86213.jpg

Questa presentazione richiede JavaScript.

Non è mancata la presenza di alcuni personaggi istituzionali che hanno visitato lo stand quali il sig. Console Generale della Romania a Milano, Adrian Georgescu.

Molto importante anche la presenza dell’Ambasciatore della Thailandia e l’Ambasciatore del Marocco

– Klaus Ehrlich, Segretario Generale Eurogites (European Federation Of Rural Tourism).

– Sua Eccelenza, Ambasciatore della Bolivia in Republica Italiana Dott. Antolin Ayaviri Gomez.

– Dott.sa Eva Gloria Chuquimia Mamani, Console Generale della Bolivia a Milano.

– Commendatore dott. Maurizio Chizzoli.

– Antonino La Spina, pres. UNPLI Italia ( Unione Nazionale Pro Loco Italia).

– Alberto Capitanio, pres. Compagnia delle Opere Bergamo, Piero Zuddas, responsabile imprese Sardegna.

– Walter Belotti, pres. del Museo della Guerra Bianca.

– Marco Piscopo, pres. Associazione nazionale bed&breakfast, affitta camere e case per vacanza.

– Massimo Pozzi, portale internet Horse Touring.

– Eugenio Sorrentino, responsabile dell’ ufficio stampa di SACBO, società di gestione dell’Aeroporto di Bergamo Orio al Serio.

– Marius Giuglan, Consigliere “Romania”-Lombardia -Bergamo.

– Chiara Bramani Progetto Cina / China Project.

– Paolo Galbiati, consulente nello sviluppo internazionale delle piccole e medie imprese.

– Sig.ra Silvica Simonca, pres. Asociazione “Orizzonti latini” Cremona con la segretaria dell’Associazione Gianina Palada.

– Florentina Nita Poetessa e giornalista.

– ing.Constantin Nita.

Si ringrazia  Stefan Costin Ignat per il lavoro di hostess, il supporto logistico e le traduzioni dei materiali.
fb_img_1487619108192.jpg

fb_img_1487619075058.jpgreceived_10208631080560632.jpegpicsart_02-20-04.45.14.jpgreceived_10208631055680010.jpegreceived_10208633932031917.jpeg20170217_183007_107471.jpgpicsart_02-20-04.54.05.jpg

Si ringrazia per il sostegno e l’ospitalità a Stefania Pendezza- Project manager AgriTravel, a Robert Raducescu-Imprenditore e tittolare Aura Company e pres. Associazione “Romania ” – Lombardia, a Carlo Conti-vicepresidente Fiera di Bergamo.

Questa presentazione richiede JavaScript.

foto copyright by #feliciafotoreporter ©

p_20170217_165221_bf_1.jpg

L’evento Agri Travel ha il patrocinio di 2017 – International Year of Sustainable Tourism for Development , Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Enit Ente Nazionale del #Turismo, Legambiente e il supporto della Camera di commercio di Bergamo e di Regione #Lombardia.

http://www.bergamofiera.it

Mostra di pittura con Cristina Lefter e Nelu Pascu 

Mostra di pittura contemporanea – Viaggio nei colori e un selfie con Donald J. Trump e Vladimir Putin, un progetto a quattro mani realizzato da Nelu Pascu e Cristina Lefter. La mostra, concepita ad hoc per la GALLERIA senza GALLERISTA, vede il colore come protagonista trait d’union tra i due artisti, nonostante i loro diversi percorsi stilistici.




La mostra, nei pressi di Porta Venezia, è un intreccio di due viaggi, quello di Nelu Pascu e quello di Cristina Lefter, artisti affermati in Romania, Italia e all’estero; due viaggi in cui il colore – declinato nei riflessi, luci, ombre e spaziando dalla violenza alla delicatezza cromatica, dipinge una fotografia sociale in cui i ‘selfie’, Donald Trump For President e Vladimir Putin European Support The International Movement / Международное Движение “For Vladimir Putin” fanno parte di una cultura e di una realtà ormai globale.
https://www.oeshub.com/arte-contemporanea



Le opere dei due artisti Cristina Lefter e Nelu Pascu sono esposte in una galleria senza gallerista,  aperta al pubblico dal 2 al 21 febbraio 2017 in via Eustachi 7 Milano, zona Porta Venezia.









foto © #feliciafotoreporter

TVR international intervista Violeta Popescu del CCIR 

​TVR i  (televisione internazionale romena).Corespondent TVRi

La giornalista Corina Dobre intervista la pres. del Centro Culturale italo romeno di Milano, Violeta Popescu, che racconta 8 anni di attività del centro culturale, celebrati questo mese. 

culturaromena.it 

Grazie agli eventi culturali proposti ed organizzati in 8 anni, Violeta Popescu è riuscita a  cambiare tanto la prospettiva degli italiani nei confronti della comunità romena. 

Nella foto gli autori del libro Milano Multietnica, Donatella Ferraio e Fabrizio Pesoli, un libro che rracconta le comunità straniere ed in quale Violeta Popescu ha dato il suo contributo parlando della comunità romena.

Il centro culturale è diventato un punto di riferimento importante per la comunità e per le autorità del territorio, lo dimostra la presenza sempre più frequente della consigliera comunale Diana De Marchi per la commissione Pari Opportunità e Diritti Civili, alla quale porgiamo i nostri più cordiali ringraziamenti.

Buon Natale e felice 2017!

Foto durante il ricevimento della Giornata Nazionale della Romania con Violeta Popescu, Diana De Marchi, Marco Tizzoni e il neo console generale del Consolato romeno a Milano Adrian Georgescu. 

 Video